Linee che s’intrecciano fitte, veloci, che paiono perdersi, sfuggono dalla Sua mano, si rincontrano altrove per annodarsi snelle in spazi ampi, campiti dai colori leggeri, lavati dal tempo. Il segno inciso trova spazio nella materia, brunito dagli ossidi d’inverni lontani, racconta lo sguardo attento della ceramista Laura Scopa.

Il Suo viaggio tra le cose del mondo Laura lo disegna su lastre che si svolgono come pellicole fotografiche, che si ripiegano come fosse carta in scatole ; uno sguardo fugace al cielo che supera i tetti di ogni città, i pensieri che si perdono nella  corsa veloce del paesaggio dal finestrino di un treno, la camminata solitaria tra il verde delle colline, tutti momenti in cui ognuno di noi si può ritrovare, che la mano di un’artista cattura e impressiona con la poetica del saper vedere attraverso la materia.

Lucia Cesarini